ETF, ovvero quando comprare all'hard discount vi garantisce la massima qualità

ETF, ovvero quando comprare all'hard discount vi garantisce la massima qualità

Quando un profano pensa al mondo dell'alta finanza il pensiero va subito ai grandi trading floor di New York, agli hedge fund manager miliardari che comprano attici a Manhattan da 100 MLN di dollari, a banchieri in grisaglia che da lussuose limousine entrano nel loro ufficio in Banhofstrasse a Zurigo.

Banche con sedi in palazzi storici deli principali centri finanziari mondiali, uffici importanti, impiegati con curriculum accademici di primo ordine, eleganza in goni dove, tanta tanta intelligenza e talento ... bene, è assolutamente controintuitivo capirlo ma quello che abbiamo descritto è l'esatto opposto di cosa uno deve cercare se vuole fare un investimento che faccia bene alle proprie tasche e non solo a quelle dell'organizzazione che i suoi soldi li gestirà.

Il mondo dell'asset management, della gestione del danaro, in ormai 50 anni di vita globale e tantissimi studi portati a termine da accademici e non, ha dimostrato di non essere in grado di creare alcun valore rispetto al semplice investimento su un banale indice azionario del mercato di riferimento.

Pensateci, è veramente folle, le più grandi menti di questa terra, perchè è ragionevole che i grandi guadagni della finanza chiamino le persone più dotate in termini intellettuali, non sono in gado con la loro intelligenza di battere nemmeno una qualcosa che non solo non ha alcuna intelligenza ma che non ha neanche una banale trading strategy attaccata. 

Nel lungo periodo i risultati sono dati dal beta di mercato, tutto il resto è "rumore" inutile e sopratutto costose per le vostre tasche

Ci sono tre fonti principali di performance di un investimento finanziario:

- l'asset class selection, ovvero in che tipo di attivi investire, ad esempio le azioni USA, il mercato giapponese, o il FIB italiano. Questo è l'unica cosa che fanno i fondi che replicano l'indice di cui decantiamo le doti in questo post: si limitano ad offrire all'investitore l'esatta composizione dell'indice azionario che questo ha deciso di scegliere come suo orizzonte di investimento, senza aggiungerci null'altro.

- la security selection, ovvero la capapcità all'interno di un universo di investimento di scegiere i titoli che andranno meglio andando "corti" o comunque sottpesando quelli che andranno invece a sottoperformare

- il market timing, ovvero la generazione di valore che un operatore ottiene andando a scegliere in maniera accorta il momento in cui acquistare e vendere i titoli che ha in portafogli. Pensiamo al classico esempio del viaggiatore indietro nel tempo, a lui basterebbe tradare una singola azione pe fare soldi, saprà quando comprarla, poco prima di rialzi e quando shortarla, subito prima di un crollo ... e tutte le ricchezze del mondo saranno sue per la conoscenza e capacità di effettuare questo market timing con successo.

Cosa accade purtroppo, e tutta l'accademia è ormai concorde nel dirlo, che sia come security selection, che come market timing, tutti i nostri grandi gestori italiani o internazionali fanno pena, non riescono ad aggiungere nessun valore al "semplice" beta, ovvero direzione, dell'intero mercato. Gli sforzi che fanno per generare valore con queste due pratiche sono addiirittura controproducenti e portano nel migliore dei casi ad alti costi di transazione per l'investitore, e nel peggiore a significative perdite in conto capitale.

Il fondo indicizzato, o ETF sullo specifico indice, sono il prodotto "da discount" che però vi porta il maggior valore

Visto che il soldi li fate con la vostra esposizione al mercato e con nient'altro, quantomeno nel lungo periodo ed in media, tanto vale comprare questo tipo di esposizione al costo minore possibile, perchè l'unica certezza di quando vi viene proposto un investimento è il suo costo, quindi eno lo si paga meglio è.

Rinunciate pure a report su carta patinata o a riviste d'elite, manager incravattati da incontrare due volte l'anno per seguire il corso del vostro portafoglio, tutte cose inutili.

Anche quando le cose vanno male, ed i mercati scendono facendovi perdere soldi, studi hanno dimostrato che i gestori - strapagati - non possono farci nulla e che spesso anzi vanno a peggiorare i risultati vendendo sui minimi e quindi facendvi perdere il ribalzo che sgue alla classica "lavata" (pensiamo al crollo dei mercati seguito allo scoppiare della pandemia nel corso del 2020).

Ricordo che una volta un gestore di uan private bank straniera appena rrivata in Italia disse ad un nostro cliente, cui avevamo consigliato di fare solo un portafoglio di ETF essendo un investitore di lungo periodo e senza alcuna necessità di tocare la somma investita per alemno 15 anni: "ma se i mercayi scelgono, voi cosa fate, lasciate il vostro investimento in balia degli andamenti di un indice che nessuno controlla?". Il cliente si spaventò e investì in un fondo di fondi della banca stessa che negli anni è stato, da quando seguiamo i mercati finanziari (20 anni) il recordman in termini di sottoperformance relativamente ad ogni possibile indice d investimento concepibile.

Dobbiamo perdere la convinzione che avere qualcuno in "sala di controllo" serva a qualcosa e possa in qualche modo proteggere i nostri sudati risparmi, il gestore può solo fare danni: l'intera industra della gestione del risparmio, come ci insegna l'onesto Professor Scienza è un'industria parassitaria che non genera nessun valore ma cicuccia solo di anno in anno le commissioni di gestione, sempre, e le commissioni di performance quando il mercato, e non certo il gestore, ha prodotto utili.

Se vogliamo fare una bella cena di qualità Eataly tutta la vita, ma per investire, Lidl, si spende poco, non si viene illusi, e nel lungo periodo la differenza di performance può essere strabiliante, e sono tutti soldi che ci teniamo in tasca nostra.

Chiedeteci pure un riferimento ad altri post dove spieghiamo più nel dettaglio il perchè gli ETF e i semplici indici sono l'opzione migliore da seguire e dove recensiamo i principali libri sull'argomento.

 

info@immobiliedinvestimenti.com

 

Asset illiquidi:  Ti aiutiamo a liberarti degli asset illiquidi