Dark matter e mercato immobiliare, parliamo di riciclaggio di denaro sporco

Dark matter e mercato immobiliare, parliamo di riciclaggio di denaro sporco

Breve intro da Wikipedia su cosa sia la materia oscua a cui il post fa riferimento:

In cosmologia con materia oscura si definisce un'ipotetica componente di materia che, diversamente dalla materia conosciuta, non emetterebbe radiazione elettromagnetica e sarebbe attualmente rilevabile solo in modo indiretto attraverso i suoi effetti gravitazionali.[1]

L'ipotesi nasce per giustificare diverse osservazioni astrofisiche, in particolare delle stime della massa delle galassie o degli ammassi di galassie e delle proprietà delle fluttuazioni nel fondo cosmologico, in base alle quali, secondo le leggi della gravitazione standard, la materia oscura dovrebbe costituire quasi il 90% della massa presente nell'universo.[2][3] Inoltre la materia oscura costituirebbe, secondo i modelli di formazione ed evoluzione delle galassie, circa il 27% della densità energetica totale dell'universo osservabile e per questo avrebbe avuto una forte influenza sulla sua struttura ed evoluzione.

Il tema è di sicuro fascino, un qualcosa che c'e' ma non si vede, se non per i suoi effetti, da mesi ci chiedevamo cosa potesse essere una valida e interessante metafora di questo concetto per il mercato immobiliare e la risposta che ci siamo dati ieri è: il riciclaggio di denaro sporco!

Gli immobili, sopratutto di grandi dimensioni ed in pieno centro cittadino sono strumento principe per "lavare" e depositare nell'economia legale grosse quantità di denaro sporco

Alla fine dei rogiti di compravendita, dove due parti si scambiano la proprietà di un appartamentino da 300k EUR ci fa sempre sorridere tutto il paperwork che siamo tenuti a far firmare alle controparti in materia di disposizioni antiriciclaggio: sembra proprio che il legislatore abbia reso impossibile o quasi per i disonesti comprare asset immobiliari con denari di provenienza illecita. Poi, dalle stesse finestre dello studio del notaio in cui siamo a fare l'atto di compravendita si ammirano decine e decine di palazz abbandonati in pieno centro storico semplicemente abbandonati da anni che sanno anche i sassi essere in mano ad esponenti di famiglie malavitose, e non parliamo di Catanzaro ma di Milano centro.

Qualcuno si chiderà come facciamo ad affermare con questa certezza trattarsi di riciclaggio e non semplicemente di un ricco napoletano o calabrese che decide di comprare un hotel in centro come investimento ... domanda lecita a cui rispondiamo subito e volentieri.

Anche a noi è capitato nel corso della nostra attività l'intermediare asset importanti, interi palazzi dal grande valore economico, bene, ricordo che ancora prima del rogito il compratore chiedeva al venditore le firme per "l0ufficio cesate" ovvero per la possibilità di occupare il suolo pubblico antistante all'edficio in modo da partire subitissimo con i cantieri di risttutturazione e mettere quindi a reddito l'immobile il prima possibile, dovesse esso rimanere uno stabile di uffici o essere trasformato il hotel o altro.

Nel caso di riciclaggio abbiamo tre fattispecie che accadono insieme:

- nulla viene fatto dell'immobile comprato, se dismesso da anni, rimane per altri anni nella stessa identica situazione. Non viene nenanche mossa una pietra per sbaglio e a volte, capitato anche quello, la casa viene addirittura abbattuta e rimane "il buco"

- ogni tot anni il proprietario del bene cambia, da A passa a B e poi a C e non è detto che si ripresenti dopo 15 anni A a comprare lo stesso immobile. Questo fa sembrare l'asset immobilare un vero e proprio taxi che ha una funzione di trasferimento del suo valore in temrini monetari nel tempo, quando non serve più ad uno passa ad un altro

- quando, da intermediari assetati di deal, viene contattato il proprietario proponendogli un inquilino di prima categoria od eventualmente un compratore per l'edificio che versa in cattive condizioni e che ad una analisi superficial ed ingenua sembra essere un problema per lo stesso proprietario, iene sempre risposto che la cosa è già a posto e che nel giro di qualche settimana partiranno i lavori ... lavori che non partono mai (questa ultima fattispecie succede anche nel caso di alcune asse pensioni romane, dove gli impiegati in sede centrali non sanno manco della titolarità del loro ente su asset di prestigio in pieno centro storico di città che non siano la loro ... stendiamo velo pietoso sui poveri pensionati di queste categorie)

Il ricilaggio di denaro sporco attraverso gli immobili c'e' ed è parecchio, c'e' e non si vede, come la materia oscura del nostro universo fisico.

 

info@housingmilan.com

 

PPC Italy: agenzia immobiliare a Milano. Immobili in vendita e in locazione